CCNL 2016-18

schede_ccnl_parte_comune
schede_ccnl_parte_scuola_fw
schede_ccnl_parte_economica

Ultime Notizie

PERSONALE ATA, SCUOLE CHIUSE SALVO ATTIVITÀ INDIFFERIBILI
PERSONALE ATA, SCUOLE CHIUSE SALVO ATTIVITÀ INDIFFERIBILI
RICHIESTA UNITARIA DI RITIRO DELLA NOTA 388 SULLA DIDATTICA A DISTANZA
RICHIESTA UNITARIA DI RITIRO DELLA NOTA 388 SULLA DIDATTICA A DISTANZA
Nota MI 388 del 17 marzo 2020 - Prime indicazioni operative per la didattica a distanza
Nota MI 388 del 17 marzo 2020 - Prime indicazioni operative per la didattica a distanza
Emergenza Covid-19, richiesta di misure specifiche urgenti
Emergenza Covid-19, richiesta di misure specifiche urgenti

Dipartimenti

AFAM
Ricerca
Università

Login




cicogna

 

 

ATA
PERSONALE ATA, SCUOLE CHIUSE SALVO ATTIVITÀ INDIFFERIBILI
ATA
PERSONALE ATA, SCUOLE CHIUSE SALVO ATTIVITÀ INDIFFERIBILI
In caso di attività "indifferibili" il Dirigente scolastico dovrà fare la determina

 

In data 17 marzo 2020 sulla edizione straordinaria della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana è stato pubblicato il Decreto Legge n.18 riguardante misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.
RITENIAMO DI POTER FARE UNA VALUTAZIONE DEFINITIVA SUL CONTENUTO DEL DECRETO PER QUANTO ATTIENE ALLA CORRETTA GESTIONE DEL LAVORO DEL PERSONALE ATA NELLE SCUOLE IN QUESTA PERIODO DI EMERGENZA SANITARIA.
L'art.87, comma 1, lettera a) prevede per la Pubblica Amministrazione l'obbligo di limitare la presenza del personale negli Uffici per assicurare esclusivamente le attività ritenute indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro, anche in ragione della gestione dell'emergenza.


Il comma 3 dello stesso articolo dispone che, qualora non sia possibile ricorrere al lavoro agile, le amministrazioni utilizzano gli strumenti delle ferie pregresse, del congedo, della banca ore, della rotazione e di altri analoghi istituti, nel rispetto della contrattazione collettiva.

 

Inoltre, esperite tali possibilità, le Amministrazioni possono motivatamente esentare il personale dipendente dal servizio riconoscendo il periodo di esenzione come servizio prestato a tutti gli effetti di legge.
Vogliamo ricordare che la possibilità del c.d. lavoro agile riguarda tutti gli Assistenti amministrativi e può riguardare anche gli Assistenti tecnici. Tale modalità di prestazione del servizio, però, non può essere utilizzata dai Collaboratori Scolastici.
Il Contratto collettivo del Comparto Istruzione e Ricerca – sezione Scuola - prevede che le ferie sono un diritto irrinunciabile e non sono monetizzabili e che il Personale ATA deve richiederle al Dirigente scolastico.
QUINDI LE FERIE DEVONO ESSERE RICHIESTE E NON DATE D'UFFICIO.
Per quanto riguarda i recuperi, Il Contratto di lavoro del comparto Istruzione e Ricerca – sezione Scuola - prevede che le PRESTAZIONI ECCEDENTI l'orario di servizio rese dal personale ATA sono retribuite e che, se il dipendente presta attività oltre l'orario giornaliero, può richiedere, in luogo della retribuzione, il recupero di tali ore anche in forma di corrispondenti ore e/o giorni di riposo compensativo.
Solamente il dipendente può decidere se al posto della retribuzione intende usufruire di riposo compensativo. Il Dirigente scolastico non può disporre il recupero d'Ufficio in quanto ciò è incompatibile con le disposizioni della contrattazione collettiva.
Analogo discorso vale per tutte le altre forme di "congedo" attualmente previste dalle norme che vanno concesse, ricorrendone i presupposti, a richiesta dei dipendenti.
- IN QUESTO PERIODO ABBIAMO TUTTI L'OBBLIGO DI RIMANERE A CASA –
I DIRIGENTI SCOLASTICI HANNO IL DOVERE, SE NON IN CASI INDIFFERIBILI, DI EVITARE LO SPOSTAMENTO GIORNALIERO DEI DIPENEDENTI.
Eventuali comportamenti difformi potranno essere segnalati dagli iscritti alle segreterie provinciali del NOSTRO SINDACATO.
Silvio Mastrolia

 
INCONTRO ALL’ARAN SU REVISIONE PROFILI PROFESSIONALI ATA
ATA
Commissione paritetica sul sistema di classificazione professionale Personale ATA prevista dall'art. 34 del CCNL 2016/2018 Istruzione e Ricerca, come previsto dall'art. 34 del CCNL 2016/18 sottoscritto il 18 aprile 2018.
Resoconto incontro ARAN del 12/11/19

 

Il giorno 12/11/2019 alle ore 11,00 si è tenuto presso la sede dell'ARAN un ulteriore incontro della Commissione paritetica per la revisione dell'ordinamento dei profili professionali del personale ATA, come previsto dall'art. 34 del CCNL 2016/18.
Presenti per l'Agenzia, il Presidente dott. Antonio Naddeo ed i dirigenti dott. Mastrogiuseppe e Marongiu; le OO.SS. rappresentative firmatarie della scuola ed alcuni dirigenti in rappresentanza del MIUR. Per la Federazione Gilda Unams hanno partecipato Silvio Mastrolia e Laura Ieva.
Il Presidente neo eletto, apre i lavori e cede la parola al dott. Mastrogiuseppe il quale illustra una serie di proposte operative contenute in un documento che viene consegnato ai presenti ed elaborate dall'ARAN sulla base di una analisi delle criticità degli attuali profili.
Le proposte formulate riguardano una nuova articolazione del personale ATA in sole 4 aree con l'obiettivo di conseguire maggiore fungibilità all'interno di ciascuna nuova area; in tal senso saranno introdotti modelli più flessibili da attuare con un sistema di incarichi che richiedono competenze professionali superiori cui far corrispondere un riconoscimento economico aggiuntivo.

In particolare l'unificazione di alcune Aree riguarderebbe l'Area A con l'Area AS e l'Area C con l'Area D.
Tali nuove aree avranno una denominazione evocativa del livello di qualificazione richiesto per ciascuna di esse.
Le OO.SS., pur consapevoli della necessità di revisione dei profili professionali, respingono fermamente la proposta dell'ARAN ritenendo che invece si debbano salvaguardare le competenze specifiche acquisite dal personale e valorizzarle con l'allocazione di maggiori risorse economiche ed una formazione sempre più efficace.
La delegazione FGU ha inoltre puntualizzato che con l'art. 34 del CCNL si è voluta evidenziare l'esigenza di modificare alcuni assetti definiti prima dell'entrata in vigore dell'autonomia scolastica, tenuto conto della evoluzione normativa e gestionale che ha coinvolto le scuole dagli anni 2000 ad oggi; viceversa, la proposta dell'ARAN si inquadrerebbe in un netto ritorno al passato.
Il dott. Naddeo in chiusura, ha convocato il tavolo per il giorno 4 dicembre alle ore 11,00 ed ha sottolineato che la proposta di revisione dovrà comunque essere condivisa dalle parti.


La Delegazione FGU

 
VERBALE D'INTESA PER UN CONTRONTO SUL RECLUTAMENTO DSGA
ATA
In data 12 settembre 2019 le OO.SS. rapprsenetative del comparto istruzione e ricerca hanno sottoscritto un verbale d'intesa per lo svogilemnto di un confronto per il reclutamento dei DSGA.  
 
Informativa avvio anno scolastico personale ATA
ATA

Oggi 9 settembre 2019, alle ore 15.30, si è svolto al MIUR l'incontro di informativa avvio anno scolastico personale ATA tra i rappresentanti dell'Amministrazione e le Organizzazioni Sindacali maggiormente rappresentative del Comparto.

Per la Federazione GILDA UNAMS ha partecipato Silvio Mastrolia. Per la parte pubblica hanno partecipato la dott.ssa Palumbo, il dott. Serra ed il dott. Fabrizio Manca dell'USR Piemonte.

La dottoressa Palumbo, a nome dell'amministrazione ha rappresentato la necessità di raggiungere una intesa sull'adozione, in via eccezionale e unicamente per l'anno scolastico 2019/20, di alcuni criteri finalizzati alla copertura dei posti vacanti e disponibili del profilo di DSGA.

L'amministrazione ritiene che le vigenti norme legislative, regolamentari e contrattuali disciplinanti la funzione e il ruolo del DSGA attribuiscono a tale figura professionale funzioni importanti e competenze, in alcuni casi, esclusive tali da non consentire la non copertura dei posti vacanti e che le vigenti procedure previste non assicurano l'integrale copertura dei posti vacanti per cui necessitano ulteriori criteri, possibilmente condivisi.

Si apre un confronto e tutti i rappresentanti sindacali, assente la UIL, prendono atto e propongono di trovare una intesa a cui l'amministrazione farà riferimento nella circolare che invierà agli USR.

Si discute sulla possibilità, completate tutte le procedure previste, compresa la reggenza, prioritariamente di consentire agli Assistenti Amministrativi, che hanno ottenuto la nomina in ruolo all'inizio del corrente anno scolastico, visto che non hanno potuto presentare l'istanza di disponibilità insieme ai colleghi già di ruolo nei mesi di luglio e/o agosto, di farne richiesta.

Ovviamente gli Uffici Scolastici territoriali formuleranno elenchi da utilizzare per la individuazione degli aspiranti a cui conferire l'incarico di DSGA sui posti vacanti.

Per la copertura degli eventuali ulteriori posti vacanti residuati, l'idea è quella di individuare gli aspiranti tra coloro che, inseriti nelle graduatorie di istituto per gli assistenti amministrativi, sono in possesso del titolo di accesso necessario per accedere al profilo del DSGA (una delle lauree specifiche previste).

L'incontro è stato interlocutorio e gli ulteriori approfondimenti saranno fatti il prossimo 12 settembre 2019.

Durante l'incontro i rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali presenti hanno sollecitato l'amministrazione a risolvere la questione del pagamento della indennità ai DSGA che hanno prestato servizio su due Scuole e la questione delle nomine da parte dei Dirigenti Scolastici sui posti dei restati profili ATA, ancora vacanti a seguito di esaurimento delle graduatorie provinciali, ribadendo che sui posti vacanti accertati prima della data del 31. Dicembre, a secondo la natura (posti vacanti e disponibili oppure solo disponibili ma non vacanti) i contratti dovranno avere rispettivamente la durata fino al 31 agosto oppure fino al 30° giugno.

Anche tali questioni saranno ulteriormente approfondite nel prossimo incontro.

Durante l'incontro è stato chiesto dalle organizzazioni sindacali di avere informazioni in merito all'organico di fatto del personale ATA.


La delegazione FGU

 
IMMISSIONI IN RUOLO ATA. AUTORIZZATE 7.872 ASSUNZIONI
ATA

Il MIUR, con Nota 36462 del 7 agosto 2019, comunica che è stato autorizzato un contingente di assunzioni a tempo indeterminato di personale ATA per l’anno scolastico 2019/20 pari a 7.759 unità, di cui 7.646 immissioni in ruolo e 226 trasformazioni a tempo pieno di contratti a tempo parziale al 50% relativo alla procedura di stabilizzazione dei co.co.co. nei profili di assistente amministrativo e tecnico, corrispondenti a 113 posti interi, per un numero massimo di 7.872 contratti.
Tali dati nella tabella allegata al DM sono ripartiti per provincia e profilo professionale.
Le immissioni in ruolo effettuate entro il 31 agosto p.v. avranno decorrenza giuridica ed economica dal 1 settembre 2019.
Si darà corso alle nomine del personale beneficiario dei contratti a tempo indeterminato, utilizzando le graduatorie permanenti provinciali vigenti (relative all’a. s. 2019/20).
Il personale nominato attingendo dalle graduatorie otterrà la sede di titolarità partecipando alle operazioni di mobilità per l’a. s. 2020/21.

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 26

Iscrizione FGU

 

Locandina-gilda-1200x1200

 

corsi_formazione_art_33

 

Assicurazione Iscritti Gilda AIG Europe

 

 

caf_anmil

 

caf_acli

bannerinofgu2

 

cgs_logo

logo-centrostudigilda

 

professione_docente_logo

CONTRATTAZIONI INTEGRATIVE

cdr