GILDATV

Ultime Notizie

PIANO ASSUNZIONI PIANO ASSUNZIONI "BUONA SCUOLA". TABELLE DISPONIBILITA' FASE B E DOMANDE PRESENTATE PER REGIONE
PERSONALE ATA, ANCORA BLOCCATE NOMINE IN RUOLO. SOLUZIONE PERSONALE ATA, ANCORA BLOCCATE NOMINE IN RUOLO. SOLUZIONE "CEROTTO" PER SUPPLENZE
Richiesta di incontro sul Personale ATARichiesta di incontro sul Personale ATA
Personale ATA: non poteva capitare di peggioPersonale ATA: non poteva capitare di peggio

Login




cicogna

 

 

ATA
PERSONALE ATA, ANCORA BLOCCATE NOMINE IN RUOLO. SOLUZIONE "CEROTTO" PER SUPPLENZE
ATA

Si è concluso nel pomeriggio l'incontro sul personale ATA, convocato a seguito della richiesta congiunta di tutte le Organizzazioni sindacali in data 24 agosto 2015.

Hanno partecipato tutte le Organizzazioni sindacali, per l' Amministrazione erano presenti il Capo Dipartimento dottoressa Rosa De Pasquale, il Direttore generale del personale scolastico dott.ssa Novelli ed il dott. Luciano Chiappetta. Le questioni sul tavolo:

Le nomine in ruolo per l'anno scolastico 2015.2016;

Il  conferimento delle supplenze;

Per quanto riguarda le nomine in ruolo il Capo Dipartimento ha confermato che, nonostante i vari tentativi, la Funzione pubblica non ha autorizzato le nomine in ruolo del personale A.T.A. per il prossimo anno scolastico 2015/2016, bloccate in applicazione della Legge 190/2014, art. 1 commi 422 e successivi che prevede, in attesa del completamento delle procedure di ricognizione e di mobilità del personale delle province e delle Città metropolitane da ricollocare presso altre amministrazioni, il divieto di procedere alle assunzioni a tempo indeterminato.

Adesso bisogna solo augurarsi che la ricollocazione di detto personale completata entro tempi brevi in maniera che sui posti che residueranno potranno essere disposte le nomine in ruolo che, analogamente a quanto avvenuto qualche anno fa per i docenti inidonei, ovviamente dovranno avere decorrenza dall'anno scolastico 2015.2016.

Tutte le Organizzazioni sindacali hanno ribadito che le nomine andranno comunque fatte, anche se in ritardo.

Per quanto riguarda invece il conferimento delle supplenze è stata trovata una soluzione che in qualche maniera risolve almeno in parte la questione.

Visto che l'operazione di collocazione del personale delle Province e delle Città metropolitane non avverrà prima del 30 giugno 2015, l'amministrazione ha deciso di coprire tutti posti vacanti e disponibili con contratti a tempo determinato attingendo dalle graduatorie provinciali dei 24 mesi e non, come indicato nella circolare di Agosto 2015, ai sensi dell'art.40, comma 9, della legge 449/1997, fino all'avente diritto, utilizzando le graduatorie di istituto.

Su tutti i tipi di posto le nomine avranno termine il 30 giugno salvo proroga, senza distinzione tra le diverse tipologie di posto.

Nella giornata di domani i rappresentanti del MIUR incontreranno i Direttori Regionali a cui impartiranno disposizioni operative con invito a fare in fretta.

Dalle Organizzazione sindacali è stato chiesto di valutare la possibilità che il personale in servizio nel corrente anno scolastico 2014/2045, possa essere richiamato in servizio dai Dirigenti Scolastici dal 1° settembre 2015, per il tempo necessario agli Uffici provinciali, per porre in essere tutte le operazioni di nomina per i diversi profili.

Nel corso dell'incontro si è parlato anche di altre questioni: la revisione delle tabelle degli organici, del concorso ordinario dei DSGA, della indennità da corrispondere ai DSGA a cui sono affidate 2 istituzioni scolastiche, di un nuovo concorso riservato per Direttore dei Servizi generali e amministrativi per risolvere definitivamente la questione dei numerosi assistenti amministrativi che da anni svolgono la funzione di DSGA su posti vacanti; le Organizzazioni sindacali hanno anche risollecitato l'amministrazione a risolvere la questione delle posizioni economiche ancora non pagate.

L'amministrazione si è dichiarata favorevole a riprendere già dalla fine di settembre prossimo  incontri programmati per affrontare le varie problematiche rappresentate.

 

Roma, 26 agosto 2015

 
Richiesta di incontro sul Personale ATA
ATA

oo_ss_unitarieRoma, 24 agosto 2015

Dott.ssa Rosa De Pasquale

Capo Dipartimento per il sistema educativo

di Istruzione e Formazione MIUR

SEDE

 

 

OGGETTO: Richiesta di incontro sul Personale ATA

 

Gentile Dottoressa,

 

il ripristino dei 2020 posti ATA tagliati dalla legge di stabilità 2015 ha rappresentato un esito positivo del confronto tra queste Organizzazioni ed il Sottosegretario Faraone, ma ha solo attenuato le numerose e gravi difficoltà che riguardano il personale ATA nell’imminente avvio dell’anno scolastico.

Restano, infatti, aperte le questioni che di seguito rammentiamo e che richiedono un tempestivo confronto e un altrettanto tempestivo intervento risolutore.

 

E’ particolarmente urgente garantire le immissioni in ruolo degli ATA e, nelle more dell'autorizzazione, vanno disposte  le  supplenze su tutti i posti disponibili, per consentire l'avvio dell'anno scolastico.

La Direzione del personale del Miur ha dato disposizioni- a nostro avviso illegittime- di assegnare le supplenze ai sensi dell’articolo 40, comma 9 della legge 449/97. Questa procedura, già dannosa in sè per la continuità del lavoro ATA nelle scuole, comporta  ovunque ma specialmente  nelle grandi Città metropolitane, caratterizzate da moltissime Istituzioni scolastiche, il mancato rispetto  dei diritti degli aspiranti inclusi nelle graduatorie permanenti. Si tratta di un modo di procedere meramente burocratico che ignora i diritti dei lavoratori e la stessa legge di Stabilità, che non blocca i posti, ma si imita a congelare i profili relativi alle qualifiche amministrative di tutte le pubbliche amministrazioni ignorando, peraltro, il fatto che, per le specificità del comparto scuola, ben difficilmente il personale in mobilità delle soppresse Province, potrebbe essere destinato a posti del Comparto.

 

Deve essere inoltre prontamente affrontata l’applicazione della legge di stabilità 2015 alle supplenze brevi: le forti limitazioni alla chiamata dei supplenti, anche in caso di assenze prolungate o di copertura della maternità, nonché di impossibilità di sostituzione delle figure uniche (Assistenti tecnici) comprometteranno l’offerta formativa in molte realtà scolastiche del Paese.

 

Necessario è , infine, rivedere i criteri di costruzione delle tabelle organiche dei profili ATA , anche mettendo a frutto il lavoro di confronto portato congiuntamente avanti in questo ultimo anno con la Direzione generale del personale. Il processo di riorganizzazione della rete scolastica che ha interessato le Istituzioni di tutto i Paese in questi ultimi cinque anni, a fronte di un taglio poderoso sul personale (meno 50.000 addetti Ata), ci consegna una situazione al limite della sostenibilità.

 

A seguito delle ragioni esposte ed al fine di evitare un inizio d’anno carico di tensioni ed un contenzioso diffuso, le scriventi Organizzazioni chiedono un incontro con massima urgenza, per ricercare soluzioni  idonee per la tutela del lavoro ATA e per consentire alle scuole di funzionare correttamente dal primo giorno del nuovo anno scolastico.

Distinti saluti

 

FLC CGIL

Domenico Pantaleo

CISL Scuola

Francesco Scrima

UIL Scuola

Giuseppe Turi

SNALS Confsal

Marco Paolo Nigi

GILDA Unams

Rino Di Meglio

 

 

 

 

 

 

 

 
Personale ATA: non poteva capitare di peggio
ATA
Congelamento delle nomine in ruolo

 La Funzione pubblica non ancora autorizzato le nomine in ruolo del personale A.T.A. per il prossimo anno scolastico 2015/2016 adducendo a motivazione una norma contenuta nella legge 190/2014, art. 1 commi 422 e successivi che prevede "un espresso divieto di procedere alle assunzioni a tempo indeterminato, a pena di nullità, con esclusione del solo personale non amministrativo del comparto Scuola, in attesa del completamento delle procedure di ricognizione e di mobilità del personale delle province e delle Città metropolitane da ricollocare presso altre amministrazioni".

 

Stiamo assistendo ad un film già visto in occasione della questione dei docenti inidonei che sappiamo come è finita.

 

La decisione è illegittima, arbitraria ed inopportuna.

 

Prima di ogni altra considerazione occorre chiarire che la norma citata se riferita anche la Scuola, non ne siamo però tanto convinti, prevede che il divieto non esiste per tutto il personale della Scuola diverso da quello amministrativo, per i docenti e per il restante personale ATA non esiste quindi alcun impedimento di tipo giuridico alle nomine. I rilievi della funzione pubblica sono pertanto illegittimi ed arbitrari.

 

Una riflessione poi va fatta circa la opportunità di mantenere il divieto per il personale amministrativo dal momento che il personale della province e delle Città metropolitane, privo di specifiche competenze, verrebbe dirottato nelle segreterie scolastiche con tutte le ovvie ricadute negative sul buon funzionamento della Scuola.

 La Scuola quindi, come già avvenuto in altre circostanze, continuerebbe ad essere utilizzata come contenitore ed ammortizzatore.

 

Come Federazione Gilda Unams, insieme alle altre Organizzazioni sindacali, attiveremo ogni utile iniziative per arrivare ad una soluzione positiva.

Durante l'incontro presso la Direzione Generale del personale scolastico è stato da tutti i sindacati espresso totale contrarietà tanto che il Direttore Generale del personale dott.ssa NOVELLI ha deciso di stralciare dalla circolare sulle supplenze per l'anno scolastico 2015/2016, la parte riferita al personale ATA, riservandosi di rivederla previo approfondimento, anche alla luce delle considerazioni e rilievi fatti dal sindac

Il Congelamento delle nomine in ruolo comporterà  che tali posti verranno coperti ai sensi dell'art.40, comma 9, della legge 449/1997, fino all'avente diritto, utilizzando a tal fine le graduatorie di istituto.

Questa soluzione non può essere accettata perché danneggia il personale e non garantisce l'ottimale funzionamento delle scuole.

 

 

Ricostruzione di carriera DSGA temporizzati

 

Durante l'incontro l'amministrazione  ha consegnato copia di una circolare che sarà inviata agli Uffici periferici, emanata a seguito della delibera della Corte dei Conti, sezione centrale di controllo di legittimità sugli atti del Governo e delle amministrazioni dello Stato, adunanza generale, resa sulla questione del'inquadramento economico del personale transitato nei ruolo di  D.S.G.A dal 2000/2001/2002.

La Corte dei Conti ha ritenuto per tale personale  legittimo il criterio della temporizzazione.

 Il parere della Corte dei Conti  non è condivisibile per cui l'Ufficio legale valuterà il da farsi.

 

Silvio Mastrolia

 
ATA, concertazione del 25 giugno 2015
ATA

Verbale della riunione del 25 giugno 2015

Il giorno 25 giugno, come concordato con le OOSS nella seduta precedente di apertura del tavolo di concertazione tenutasi il 18 giugno, si è svolta la seduta conclusiva dl tavolo di concertazione richiesto dalle OOSS, relativamente all'informativa sullo schema di decreto interministeriale di determinazione delle dotazioni organiche di diritto del personale ATA a.s. 2015/16.
Le OOSS, riferiscono in merito all'incontro avuto alle 8.30 e chiedono che la conclusione del tavolo, come concordato nell'incontro stesso, venga sospesa, in attesa di un nuovo incontro che le stesse OOSS avranno in sede politica, giovedì prossimo, al fine di evitare i tagli.
L'amministrazione può solo prendere atto di tale richiesta, in quanto è nell'impossibilità di accoglierla dal momento che il CCNL del comparto scuola prevede, all'art. 5 comma 2, che "in ogni caso" la chiusura del tavolo debba avvenire "nel termine perentorio di sette giorni lavorativi dall'apertura".
Tuttavia l'Amministrazione si impegna a sospendere, in attesa del riferito incontro in sede politica, l'invio della circolare contenente le istruzioni operative agli USR.
Le OOSS ritengono che, in mancanza della conclusione dell'ITER dell'atto avente natura regolamentare di revisione delle tabelle, non sia possibile applicare la riduzione dei 2020 posti, prevista dalla legge di stabilità.
L'Amministrazione rappresenta che la legge di stabilità dispone, per le Amministrazioni che non abbiano conseguito gli obiettivi di risparmio previst, l'applicazione della clausola di salvaguardia.
L'amministrazione, infine, prende atto della posizione emersa dal confronto con le OOSS e dichiara chiuso il tavolo di concertazione. La seduta è tolta alle 14.15.

Attachments:
Download this file (verbale ata.pdf)verbale ata.pdf
 
Organici personale ATA 2015.2016 - Apertura tavolo di concertazione
ATA

SEMPRE_MENOOrganici personale ATA 2015.2016
Apertura tavolo di concertazione
--------------
Si è aperto ieri 18 giugno, presso il MIUR - Direzione Generale Personale della Scuola, il tavolo di concertazione sugli organici del personale ATA relativo all'anno scolastico 2015.2016, richiesto all'indomani dell'incontro dello scorso 11 giugno 2015, congiuntamente da tutte le Organizzazioni Sindacali rappresentative del comparto Scuola, ai sensi dell'art.5, comma 2 del CCNL del 27 novembre 2007.
La richiesta si era necessaria per il fatto che l'amministrazione aveva inviato alle scuole le istruzioni per l'attivazione delle procedure e la definizione degli organici ATA indicando parametri - nuove tabelle - non supportati da alcun atto legislativo e normativo definitivo.
L'applicazione delle nuove tabelle avrebbe comportato una ulteriore riduzione di organico ATA di 2020 unità di cui 1166 assistenti amministrativi e 854 collaboratori scolastici, il tutto per conseguire gli obiettivi previsti dall'art.1, comma 334, della legge 23 dicembre 2014, n.190.
Contestualmente dai Sindacati era stato attivato un tavolo politico con una richiesta di un incontro urgente al Ministro della Pubblica Istruzione a cui rappresentare la totale contrarietà ad ogni ulteriore taglio di organico di personale ATA che sicuramente comprometterebbe ulteriormente la possibilità di far fronte alle effettive esigenze della Scuola dell'autonomia.
In attesa quindi dell'incontro con il Ministro si è deciso di rinviare la conclusione della concertazione ad un prossimo incontro che dovrebbe avvenire giovedì 25 della prossima settimana, visto che in ogni caso la procedura deve chiudersi nel termine perentorio di 7 giorni lavorativi dall'apertura.
Nel corso dell'incontro da parte della dott.ssa Novelli, Direttore Generale della Direzione Generale per il personale scolastico è stata data la notizia che in data 11 giugno 2015 il Ministro ha richiesto l'autorizzazione per le nomine in ruolo del personale ATA ( turnover) per il prossimo anno 2015/16 e precisamente 6243 ATA e 46 personale educativo.


Silvio Mastrolia

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 21