GILDATV

Ultime Notizie

PIANO ASSUNZIONI PIANO ASSUNZIONI "BUONA SCUOLA". TABELLE DISPONIBILITA' FASE B E DOMANDE PRESENTATE PER REGIONE
PERSONALE ATA, ANCORA BLOCCATE NOMINE IN RUOLO. SOLUZIONE PERSONALE ATA, ANCORA BLOCCATE NOMINE IN RUOLO. SOLUZIONE "CEROTTO" PER SUPPLENZE
Richiesta di incontro sul Personale ATARichiesta di incontro sul Personale ATA
Personale ATA: non poteva capitare di peggioPersonale ATA: non poteva capitare di peggio

Rassegna Stampa

Login




cicogna

 

 

PRECARI: PLURIABILITATI OVER 50 SENZA SPERANZA, IL DIRITTO AL LAVORO VA GARANTITO
Comunicato
20_a_digiunoDal profondo Sud all'estremo Nord nella speranza di guadagnare una cattedra, abilitata all'insegnamento nella scuola materna ed elementare, 55 anni e da 25 precaria. È la storia di Maria Carmela Salvo, insegnante palermitana trapiantata a Pordenone, iscritta alla Gilda degli Insegnanti, che ha deciso di iniziare lo sciopero della fame dal primo settembre e fino a quando non riceverà un incarico.

“Quello di questa nostra iscritta – commenta il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio – è uno dei tantissimi casi drammatici che riguardano migliaia di docenti precari italiani: nonostante abbiano superato i concorsi, ottenendo più di un'abilitazione, questi colleghi si ritrovano ultracinquantenni, senza neppure la speranza di ricevere una supplenza e con famiglie da mantenere. Tutto ciò – sottolinea Di Meglio – a causa dei tagli imposti dalla riforma Gelmini”.

“La scuola non è un ammortizzatore sociale, come ha più volte ribadito il ministro, ma il diritto al lavoro, sancito dalla nostra Costituzione, va rispettato. Anche per questo motivo – conclude il coordinatore nazionale – la Gilda degli Insegnanti ha indetto lo stato di mobilitazione a partire dal primo settembre”.


Roma, 26 agosto 2010
Ufficio stampa Gilda Insegnanti
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon