Ultime Notizie

#LABUONASCUOLA, MANIFESTAZIONE NAZIONALE GILDA IL 23 NOVEMBRE A FIRENZE#LABUONASCUOLA, MANIFESTAZIONE NAZIONALE GILDA IL 23 NOVEMBRE A FIRENZE
NO alle nomine fino all'avente diritto al personale di ruolo - altra vittoria della Gilda di MateraNO alle nomine fino all'avente diritto al personale di ruolo - altra vittoria della Gilda di Matera
#labuonascuola LA STIAMO GIÀ FACENDO NOI! - Documento dell'Assemblea Nazionale della Gilda degli Insegnanti#labuonascuola LA STIAMO GIÀ FACENDO NOI! - Documento dell'Assemblea Nazionale della Gilda degli Insegnanti
ANCORA SULLE SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVAANCORA SULLE SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA

Rassegna Stampa

GILDATV

My Videos

Login




cicogna

 

 

Sondaggio La Buona Scuola



graduatorie_circolo_e_istituto      
PRECARI: PLURIABILITATI OVER 50 SENZA SPERANZA, IL DIRITTO AL LAVORO VA GARANTITO
Comunicato
20_a_digiunoDal profondo Sud all'estremo Nord nella speranza di guadagnare una cattedra, abilitata all'insegnamento nella scuola materna ed elementare, 55 anni e da 25 precaria. È la storia di Maria Carmela Salvo, insegnante palermitana trapiantata a Pordenone, iscritta alla Gilda degli Insegnanti, che ha deciso di iniziare lo sciopero della fame dal primo settembre e fino a quando non riceverà un incarico.

“Quello di questa nostra iscritta – commenta il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio – è uno dei tantissimi casi drammatici che riguardano migliaia di docenti precari italiani: nonostante abbiano superato i concorsi, ottenendo più di un'abilitazione, questi colleghi si ritrovano ultracinquantenni, senza neppure la speranza di ricevere una supplenza e con famiglie da mantenere. Tutto ciò – sottolinea Di Meglio – a causa dei tagli imposti dalla riforma Gelmini”.

“La scuola non è un ammortizzatore sociale, come ha più volte ribadito il ministro, ma il diritto al lavoro, sancito dalla nostra Costituzione, va rispettato. Anche per questo motivo – conclude il coordinatore nazionale – la Gilda degli Insegnanti ha indetto lo stato di mobilitazione a partire dal primo settembre”.


Roma, 26 agosto 2010
Ufficio stampa Gilda Insegnanti
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon