GILDATV

Ultime Notizie

INCONTRO AL MIUR SU CPIA DEL 10/02/2016INCONTRO AL MIUR SU CPIA DEL 10/02/2016
Ipotesi CCNI Mobilità 2016/2017Ipotesi CCNI Mobilità 2016/2017
MOBILITÀ: GILDA NON FIRMA, NO A CONTRATTO CON AMBITI E CHIAMATA DIRETTAMOBILITÀ: GILDA NON FIRMA, NO A CONTRATTO CON AMBITI E CHIAMATA DIRETTA
Il 29 febbraio 2016 è la scadenza per la domanda di partecipazione alla selezione per gli “Assistenti di lingua italiana all’estero”Il 29 febbraio 2016 è la scadenza per la domanda di partecipazione alla selezione per gli “Assistenti di lingua italiana all’estero”

Rassegna Stampa

Login




cicogna

 

 

Valutazione docenti, no al coinvolgimento dei genitori degli alunni
Comunicato
dito-puntato1No al coinvolgimento delle famiglie nella valutazione dei docenti. La Gilda degli Insegnanti ribadisce la sua netta contrarietà alla proposta avanzata dal ministro Gelmini nel progetto sperimentale sul merito presentato da viale Trastevere.

 A destare ulteriore allarme è l´episodio della docente del liceo Parini di Milano, costretta a chiedere il trasferimento a causa delle pressioni e delle continue ingerenze da parte dei genitori degli alunni.

"Questa vicenda - dichiara il coordinatore nazionale, Rino Di Meglio - è soltanto uno dei tanti casi di mobbing ai danni degli insegnanti: chiedere ai docenti di essere meno rigorosi nei confronti degli studenti significa pretendere la sufficienza senza il necessario impegno per ottenerla. Le famiglie - sottolinea Di Meglio - devono rendersi conto che a scuola i voti non si regalano e che i buoni risultati si conquistano studiando. Se davvero i genitori venissero coinvolti nella valutazione dei docenti, a essere premiato non sarebbe il merito, ma soltanto la 'magnanimità´ nell´elargire voti".

"La considerazione di cui godono i docenti italiani è sempre più scarsa: a dimostrarlo - aggiunge il coordinatore nazionale della Gilda - è anche la decisione del ministero dell´Economia di cancellare la detrazione fiscale di 500 euro per le spese professionali. Un ulteriore schiaffo - conclude Di Meglio - a una categoria di lavoratori sempre più vessata e sottovalutata".

Roma, 28 marzo 2011
Ufficio stampa Gilda degli insegnanti

Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon