CCNL 2016-18

schede_ccnl_parte_comune
schede_ccnl_parte_scuola_fw
schede_ccnl_parte_economica

Ultime Notizie

Fondi Mof, togliere il vincolo di destinazioneFondi Mof, togliere il vincolo di destinazione
Gilda al Miur: spiegare ai dirigenti che non possono sospendere i docentiGilda al Miur: spiegare ai dirigenti che non possono sospendere i docenti
Docenti ammessi al Fit in ruolo prima degli insegnanti delle GaeDocenti ammessi al Fit in ruolo prima degli insegnanti delle Gae
Assegnazioni interprovinciali sul sostegno, anche i senza titolo devono barrare la casellaAssegnazioni interprovinciali sul sostegno, anche i senza titolo devono barrare la casella

Dipartimenti

AFAM
Ricerca
Università

Login




cicogna

 

 

INTESA SUL BONUS MERITO. SARÀ CONTRATTATO COME IL FIS
Relazioni sindacali
Resoconto dell'incontro MIUR-OOSS del 25 giugno 2018

 

Alla presenza del Capo-Gabinetto del ministro, dott. Chinè, e del direttore della DG-Bilancio, dott. Greco, si è tenuta la riunione per discutere con le OOSS dell'emanando DM di riparto del fondo per la valorizzazione del personale docente 2017/18 (ex-Bonus merito) alle scuole.
Il Capo di Gabinetto ha precisato che è intenzione dell'Amministrazione ricercare l'accordo con le OOSS, che rappresentano il personale della scuola, al fine di indirizzare le scelte del ministero verso ciò che davvero serve alle scuole per migliorare la qualità dell'insegnamento.
Il direttore Greco ha illustrato la bozza di intesa (in allegato) che, nel merito ha recepito le richieste delle OOSS e le indicazioni del CCNL 2016/18, individuando nuovi criteri per la ripartizione alle scuole del fondo per la valorizzazione dei docenti.
L'intesa prevede che i 111 milioni di euro del fondo per la valorizzazione del personale docente (ridotto dal CCNL che ha destinato parte dei 200milioni stanziati dalla 107/2015 per la Retribuzione Professionale Docente destinata a tutti gli insegnanti di ruolo e precari) siano assegnati per l'80% sulla base dell'organico di diritto dei docente e per il 20% tenendo conto della complessità: % alunni disabili, % alunni stranieri, n. medio alunni per classe, scuole di montagna e piccole isole.
Sulla base dell'intesa il nuovo DM potrà correggere il precedente del ministro Giannini, che operando sulla base del solo numero dei docenti in servizio di ruolo in ogni scuola penalizzava gli istituti con un numero elevato di precari, e assegnare alle scuole l'80% delle somme del fondo in ragione dell'organico di diritto dei docenti.

In questo modo il fondo per la valorizzazione dei docenti viene ripartito con gli stessi criteri del Mof e del Fis.
Sarà poi la contrattazione di scuola (art. 22, c. 4, lett. c4 del CCNL 2016/18) a decidere in che modo distribuire queste somme.
La delegazione della FGU-Gilda degli Insegnanti valuta positivamente il superamento del DM Giannini, e la logica della 107/2015, e nel sottoscrivere l'intesa ricorda come il Bonus sia stato motivo di divisione e conflitto nelle scuole e ribadisce che opererà perché il fondo per la valorizzazione dei docenti sia utilizzato interamente per l'aumento dello stipendio di tutti gli insegnanti.
Ha poi segnalato che il provvedimento arriva alla fine dell'a.s. mentre sarebbe stato corretto fosse stato emanato all'inizio così da dare certezza ai docenti sia della quantità sia dei criteri di attribuzione.
Il dott. Greco ha chiuso la riunione ricordando che il DM una volta emanato dovrà passare dagli organi di controllo e dalla Corte dei Conti prima che si possa provvedere all'erogazione dei fondi alle scuole.

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti

Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon