Precari triennalisti, l’immissione in ruolo cancella il danno

Precari triennalisti, l’immissione in ruolo cancella il danno

I precari triennalisti che abbiano ottenuto l’immissione in ruolo non hanno diritto al risarcimento del danno. Lo ha stabilito la sezione lavoro della Corte di cassazione con la sentenza 6640 del 9 marzo scorso. I giudici di legittimità hanno chiarito che l’immissione in ruolo sana definitivamente la lesione del danno da mancata conversione del contratto di supplenza in contratto a tempo indeterminato. E ciò fa cessare il diritto a vedersi riconoscere le mensilità di retribuzione previste a titolo di risarcimento anche se la reiterazione è avvenuta oltre i 3 anni e con supplenze annuali (fino al 31 agosto).  Il testo della sentenza:  http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20200309/snciv@sL0@a2020@Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.