Sostegno

Formazione su sostegno, il Ministero insiste sull’obbligo

formazione sostegnoIncontro tra Amministrazione e sindacati: possibilità di inserimento nelle attività funzionali (40+40 ore)

Il giorno 14 settembre 2021, alle ore 16.00, si sono riunite in videoconferenza le delegazioni dell’Amministrazione (DG-Personale) e delle OOSS firmatarie per discutere il seguente odg: Formazione del personale scolastico.

Il direttore dott. Serra in apertura della riunione ricorda la norma che ha introdotto l’obbligo di formazione dei docenti senza la specializzazione di sostegno che hanno nelle proprie classi alunni disabili: art. 1, comma 961 della Legge 178/2020. In attuazione di tale norma, il ministero ha emanato il Decreto 188 del 21 giugno 2021 e la nota n. 27622 del 6 settembre 2021. Il direttore ribadisce che il Ministero non può fare altro che dare attuazione all’obbligo di formazione dei docenti per una disposizione legislativa.

Leggi tutto: Formazione su sostegno, il Ministero insiste sull’obbligo

Decreto Ministeriale 92 del 8 febbraio 2019. Corsi di specializzazione per il sostegno

 Con DM 92/2019 pubblicato in data odierna, il MIUR attiva Corsi di specializzazione per il sostegno per Infanzia, Primaria, Secondaria di I e II grado.

I Corsi saranno attivati presso le università, anche in convenzione tra loro, previa autorizzazione di posti e ripartizione di contingenti che il MIUR disporrà con Decreto successivo, fissando anche date uniche per i test preliminari di accesso (art. 2).

Saranno ammessi alla partecipazione, previa selezione:

 - Per Infanzia e Primaria: laureati in SFP o dipolmati magistrali ante 2001

- Per la Secondaria di I e II grado: i docenti già abilitati

Il test preliminare per l'accesso ai Corsi sarà costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta. Almeno 20 saranno volti ad accertare competenze linguistiche e comprensione del testo (lingua italiana).

 

INCONTRO AL MIUR SU UNIFICAZIONE ORGANICI SUPERIORI, AREE SOSTEGNO, PERCORSI ABILITANTI SPECIALI E DOCENTI INIDONEI

riunioneRelazione relativa alla riunione del 20 novembre 2013 tra OO.SS. e Amministrazione preso il MIUR


Odg: dotazioni organiche 2014-15, cancellazione aree di sostegno, inidonei, PAS

 

Per l'Amministrazione sono presenti i dott. De Angelis, Volontè, Molitierno

In premessa, si è trattato di una riunione interlocutoria che ha affrontato molte tematiche in modo disorganico e che abbisogna di futuri incontri tematici.

Sulla questione delle dotazioni organiche l'amministrazione propone unificazione dei codici per le scuole del settore secondario superiore con particolare riferimento agli IIS (si veda prospetto allegato).

Ciò consentirebbe agli uffici, con particolare riferimento a quelli decentrati, di snellire il lavoro per la formazione degli organici del prossimo anno scolastico.

Leggi tutto: INCONTRO AL MIUR SU UNIFICAZIONE ORGANICI SUPERIORI, AREE SOSTEGNO, PERCORSI ABILITANTI SPECIALI E...

BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI, IL MIUR INVITA ALLA PRUDENZA NELLA CERTIFICAZIONE

BESIl MIUR ha pubblicato la Nota 2563 del 22 novembre 2013 avente ad oggetto Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali. A.S. 2013/14. Chiarimenti.

La nota, in particolare, chiarisce che la rilevazione di una mera difficoltà di apprendimento non dovrebbe indurre all'attivazione di un percorso specifico con la conseguente compilazione di un PDP.

"La Direttiva ha voluto anzitutto fornire tutela a tutte quelle situazioni in cui è presente un disturbo clinicamente fondato, diagnosticabile ma non ricadente nelle previsioni della Legge 104/92 né in quelle della Legge 170/2010. In secondo luogo si sono volute ricomprendere altre situazioni che si pongono comunque oltre l'ordinaria difficoltà di apprendimento, per le quali dagli stessi insegnanti sono stati richiesti strumenti di flessibilità da impiegare nell'azione educativo-didattica".

Il MIUR, inoltre, chiarisce che "soltanto quando i Consigli di classe o i team docenti siano unanimemente concordi nel valutare l'efficacia di ulteriori strumenti - in presenza di richieste dei genitori accompagnate da diagnosi che però non hanno dato diritto alla certificazione di disabilità o nel caso di difficoltà non meglio specificate - questo potrà indurre all'adozione di un piano personalizzato, con eventuali misure compensative e/o dispensative, e quindi alla compilazione di un PDP".