Relazioni sindacali

SISTEMA DI VALUTAZIONE NAZIONALE, IN ARRIVO ANCHE LA "RENDICONTAZIONE SOCIALE"

Relazione incontro al MIUR di informativa sulla prossima Direttiva sul Sistema di Valutazione Nazionale – Roma 6 dicembre 2017

 

Si è svolta alle 11 di mercoledì 6 dicembre 2017 presso la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione una prima riunione sulla Direttiva sul Sistema Nazionale di Istruzione che dovrebbe essere nell'immediato futuro oggetto della firma del Ministro.
La Dott.ssa Maria Assunta Palermo e il dott. Damiano Previtali hanno illustrato la bozza che si sta predisponendo per lo "Sviluppo del Sistema Nazionale di Valutazione per il biennio 2017/18 e 2018/19".
Le principali novità e chiarificazioni del testo riguardano:
• L'opportunità di contestualizzare e allineare il prossimo PTOF 18/19 con il Rapporto di Autovalutazione (RAV) e il Piano di Miglioramento (PdP) fatto stante che il PTOF e il RAV dovrebbero avere durata triennale e possono essere oggetto di limitate modificazioni nel corso del triennio.
• L'importanza della rendicontazione delle attività mediante gli strumenti del RAV, del PdM e della Rendicontazione Sociale (vera innovazione rispetto alle precedenti direttive) chiarendo che la rendicontazione ha caratteristiche di per se stesse commensurabili (anche a livello statistico) mentre il PTOF assume la funzione di atto programmatico caratterizzante l'offerta formativa di medio periodo della scuola.
• La centralità dell'Autovalutazione di Istituto nei processi di valutazione di sistema come momento partecipato in cui diventa centrale il ruolo del Collegio dei Docenti
• L'attivazione di piattaforme per la stesura del RAV, del PdM e della Rendicontazione Sociale per consentire alle scuole di avere una base costitutiva di base, ma non prescrittiva di inserimento dei dati.


Il Dott. Previtali ha relazionato sullo stato dell'arte circa la valutazione esterna che segna ancora carenze. Non più del 5% delle scuole è stato oggetto di valutazione esterna da parte di personale ispettivo.
La Delegazione della FGU-Gilda degli Insegnanti ha espresso un giudizio nel complesso positivo sull'apertura di un dialogo costruttivo tra Amministrazione e OO.SS. su tali temi pur ribadendo le sue posizioni di critica radicale alla legge 107/15 e all'impianto complessivo del Sistema Nazionale di Valutazione.

Si tratta in ogni caso di un passo in avanti all'interno di una normativa che era partita con il progetto VSQ (Valutazione Sviluppo Qualità) che aveva come finalizzazione la premialità e la competitività tra scuole e che poi si è stemperata in un sistema complesso con il ruolo dell'INDIRE e dell'INVALSI che risultano a tutt'oggi contraddittori e ambigui.
La delegazione della FGU-Gilda ha rimarcato che le procedure e i documenti richiesti si stiano caratterizzando come ulteriori oneri burocratici a carico dei docenti e delle scuole perdendo il significato e il senso delle finalità del SNV.

Ha invitato il MIUR ad operare la necessaria semplificazione della parte burocratica valorizzando invece gli aspetti progettuali didattici in capo al Collegio dei Docenti.


Preoccupa il fatto che molti dirigenti scolastici, interpretando soggettivemante i documenti legati al SNV, obblighino ad inutili riunioni commissioni e nuclei di valutazione interni e che nella bozza si faccia esplicito riferimento a format nazionali che potrebbero portare ad un ottemperamento passivo da parte delle scuole di scelte decise esternamente dalle scuole stesse.

Ad esempio non si condivide la centralità strategica della valutazione su indirizzi derivati dalla legge 107/15 quali ad es. lo sviluppo delle competenze digitali, la realizzazione dell'alternanza scuola-lavoro, ecc.
Si è fatto notare che la valutazione esterna appare molto fragile essendo gestita in questa fase da nuclei ristretti di valutazione esterna formati da personale tecnico e ispettoriale di fatto nominato senza concorso.

La delegazione FGU-Gilda ribadisce che un serio sistema di valutazione nazionale debba poggiarsi, come accade in altri Paesi, su un nutrito numero di ispettori specifici facenti parte di albo professionale con accesso mediante prove concorsuali aperte a tutti di docenti.
Le prossime riunioni sull'argomento saranno calendarizzate in gennaio anche con la presenza di INVALSI.

Roma, 6 dicembre 2017
La Delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti

CCNI docenti comandati. Arriveranno anche gli arretrati del 14/15 e 15/16

Resoconto incontro MIUR-OOSS del 5 dicembre 2017

 

Nella mattina del 5 dicembre, alle ore 12.00, presso la direzione bilancio del MIUR, si sono incontrate la delegazione di parte pubblica e le OOSS rappresentative per discutere il seguente odg:

- Sottoscrizione definitiva ipotesi CCNI riguardante l'applicazione dell'art. 18 comma 4 CCNL 15 marzo 2001 del comparto scuola – compensi al personale scolastico comandato/utilizzato nell'anno scolastico 2014/15 e 2015/16 presso gli uffici del MIUR – di cui all'art. 86 del CCNL 29 novembre 2007;
- Applicazione art. 86 del CCNL 29 novembre 2007 - personale scuola utilizzato o comandato presso l'Amministrazione centrale – anno scolastico 2014/15 e 2015/16;
- Sottoscrizione ipotesi CCNI riguardante l'applicazione dell'art. 18 comma 4 CCNL 15 marzo 2001 del comparto scuola – compensi al personale scolastico comandato/utilizzato nell'anno scolastico 2016/17 presso gli uffici del MIUR – di cui all'art. 86 del CCNL 29 novembre 2007.


In apertura di incontro l'Amministrazione ha informato le OOSS che le ipotesi di CCNI 2014/15 e 2015/16 all'oggetto hanno ottenuto la certificazione degli organi di controllo e sono pronti per la firma definitiva. L'Amministrazione e le OOSS hanno sottoscritto i CCNI per gli aa.s.s. 2014/15 e 2015/16.
Le OOSS hanno poi sottoscritto il verbale di mancato accordo per le somme a favore del personale interno al MIUR non condividendo il fatto che l'Amministrazione le assegni secondo criteri qualitativi come previsto dalla legge Brunetta. L'Amministrazione emanerà un atto unilaterale per assegnare queste somme e le OOSS hanno chiesto un'informativa per conoscere come sono saranno distribuite queste somme al personale interno al MIUR.
A questo punto è stato possibile anche sottoscrivere l'ipotesi di CCNI per il 2016/17, che adesso passerà al vaglio degli organi di controllo prima della firma definitiva.

A margine dell'incontro, alla presenza della DG-CASIS, si è affrontato il problema, sollevato anche dalla delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti, delle grosse difficoltà nella compilazione delle istanze di ricostruzione di carriera in istanze online.

Le OOSS hanno chiesto al MIUR di emanare una nota con la quale si consente a docenti e non docenti di consegnare la domanda, che scade il 31 dicembre, anche in forma cartacea. L'Amministrazione ha garantito che entro fine settimana emanerà la nota.
Le OOSS hanno segnalato anche diverse situazioni di mancato pagamento degli stipendi ai precari e l'Amministrazione ha garantito che i fondi ci sono e che se i precari non sono pagati la responsabilità non è del MIUR.
La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti ha chiesto di avere informazioni circa le economie sul MOF che sono state realizzate sull'estero.

L'Amministrazione ha risposto che al momento il MAECI ha chiesto al MEF la "restrizione" dei fondi e che una volta eseguita questa operazione i fondi dovrebbero arrivare nelle economie MOF. L'impiego di queste economie sarà trattato con le OOSS.
Per la questione dei DSGA, essendo pervenuti dei rilievi da parte degli organi di controllo, è stata fissata una nuova riunione il 21 dicembre alle ore 11.
Anche per la certificazione del MOF 2017/18 sono ancora in corso le pratiche da parte degli organi di controllo, ma la DG-Bilancio conta di avere il nulla osta in gennaio 2018.

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti

RISORSE ECONOMICHE, IN ARRIVO RETRIBUZIONE DI RISULTATO PER I DS E RESTANTE 20% DI BONUS "MERITOCRATICO" DEI DOCENTI

soldi1Il 28 settembre 2017, dalle ore 16 alle ore 19, si è svolto al Miur l'incontro tra la Direzione Generale Risorse Umane e Finanziarie (DGRUF), rappresentata dal dott. Jacopo Greco e dalla dottoressa Francesca Busceti, e le organizzazioni sindacali con all'ordine del giorno:

"Informativa del Piano annuale per l'assegnazione delle Risorse alle scuole per il funzionamento amministrativo-didattico ed altre voci e comunicazione preventiva delle Risorse finanziarie per il funzionamento amministrativo-didattico ed altre voci del Programma annuale 2018-periodo gennaio/agosto 2018".

Leggi tutto: RISORSE ECONOMICHE, IN ARRIVO RETRIBUZIONE DI RISULTATO PER I DS E RESTANTE 20% DI BONUS...

Carta del docente. Resoconto incontro MIUR-OOSS del 06 novembre 2017

Resoconto incontro MIUR-OOSS del 06 novembre 2017

 

Questo mattino, alle ore 10.30, si è tenuto un incontro tra la DG personale del MIUR e le OOSS con all'odg:

Carta del docente a.s. 2017/2018.
L'Amministrazione ha illustrato alle OOSS il monitoraggio delle registrazioni e degli accessi al sito www.cartadeldocente.it e ha presentato anche i dati sull'utilizzo delle somme per l'aggiornamento e la formazione dei docenti per l'a.s. 2016/17 e per i primi mesi dell'a.s. 2017/18 (in allegato i documenti).
La nostra delegazione, ha preso atto del monitoraggio, ma ha sottolineato al Direttore della DG-Personale come continuino a persistere le problematiche rispetto alle procedure, ancora troppo macchinose, che rendono difficoltoso l'utilizzo della carta.
In particolare si è protestato per i ritardi nel riaccreditamento delle somme non utilizzate dai docenti nel 2016/17, che ora subiscono un ulteriore rinvio alla fine di dicembre 2017. Questo sta mettendo in difficoltà i docenti che avevano programmato le spese facendo conto anche su quelle somme.
Su questo punto l'Amministrazione ha segnalato alcune problematiche legate alla contabilità generale dello Stato che probabilmente porteranno a prevedere l'utilizzo da parte dei docenti delle somme della card entro due anni dal loro stanziamento.
Per quanto riguarda gli educatori, che non hanno ricevuto i 500 euro del 2017/18, l'amministrazione preso atto del contenzioso in atto si riserva di dare una risposta dopo aver fatto le necessarie verifiche.
Il limite del 30 ottobre per la registrazione dei neoassunti o di chi non si era registrato non è tassativo, la possibilità di registrarsi rimane aperta anche nel corso dell'a.s. 2017/18.

A margine della riunione è stata consegnata la bozza di circolare sul finanziamento delle attività formative. Le somme che saranno inviate ora alle scuole corrispondono al 50% di 30ml di euro per le attività di aggiornamento; il 40% di 1,2ml di euro per la formazione iniziale e il 40% di 900.000 euro per la formazione sulle disabilità. Il saldo solo a rendicontazione effettuata dalle scuole entro il 30 novembre 2018.
Allo stesso modo il saldo delle attività dell'a.s. 2016/17 sarà inviato solo a rendicontazione effettuata dalle scuole.

La delegazione FGU-Gilda degli Insegnanti