INCONTRO AL MIUR SU CRITERI DI RIPARTIZIONE FINANZIAMENTI PER AREE A RISCHIO, AD ELEVATA IMMIGRAZIONE E CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA

Nella giornata di ieri si è tenuto il previsto incontro per la stipula del CCNI relativo alla determinazione dei criteri per la ripartizione delle risorse (ca 53 milioni di euro) fra le aree a rischio, ad elevata immigrazione e dove più elevata è la dispersione scolastica. secondo l' Amministrazione rappresentata dal Dott. Scala, vice capo di gabinetto del MIUR, e dal Dott. Filisetti, DG del Bilancio.

Secondo l' Amministrazione vanno cambiati i criteri di ripartizione delle risorse, in quanto in questi ultimi anni è aumentata a dismisura la concentrazione degli immigrati in determinate aree geografiche che vanno privilegiate con un incremento delle risorse. Purtroppo il MIUR è stato in grado di presentare dei dati concernenti esclusivamente le aree ad elevata immigrazione, ma ha dovuto ammettere di non essere in possesso dei dati relativi alla dispersione scolastica e, pertanto, la ns. delegazione si è dichiarata indisponibile a spostare le risorse verso le Regioni con più elevata immigrazione, senza una valutazione complessiva dei dati relativi alla dispersione scolastica.

Su questa posizione c' è stata la convergenza di CGIL, UIL e SNALS che hanno dichiarato la volontà di riprendere il confronto solo dopo aver ottenuto la proposta del MIUR con i criteri di ripartizione delle risorse, purchè corredata dei dati richiesti. In assenza di quanto richiesto la Federazione Gilda Unams e le 3 OO.SS. citate non intendono firmare il relativo CCNI, anche se è apprezzabile la volontà dell' Amministrazione di anticipare la sottoscrizione del medesimo CCNI, per consentire alle scuole di programmare le attività a risorse certe e non "al buio", com' è sempre avvenuto in precedenza e come ha avuto modo di sottolineare la ns. delegazione che ha stigmatizzato la progettualità volontaria e spesso senza un equo corrispettivo.

 

LA DELEGAZIONE