La Federazione: Sì tirocini, ma non diventino sfruttamento lavoro.

Ora il ministro ci dica come saranno assunti gli insegnanti. 

 

Bene i tirocini, la pratica prima di diventare insegnanti, "ma a patto che non si trasformino in sfruttamento di manodopera gratis". Insomma che non diventino la replica di quegli stage che spesso costringono i giovani a lavorare gratis o quasi prima di entrare nel mondo del lavoro. È l'auspicio della Federazione Gilda Unams.

Il coordinatore, Rino Di Meglio, commenta le nuove regole per diventare docenti. "Il tirocinio- dice- e' una cosa positiva, siamo sempre stati favorevoli a condizione che non diventi sfruttamento di manodopera gratis". La Federazione chiede rassicurazioni: "Il tirocinante sia sempre affiancato da un docente". Inoltre, aggiunge Di Meglio, "adesso vogliamo capire quali saranno le modalita' di assunzione dei docenti: c'e' un punto fondamentale su cui non siamo d'accordo, ovvero la possibilita' ventilata che ad assumere siano direttamente le scuole. Devono restare i concorsi come prevede la Costituzione per i dipendenti pubblici. Si puo' discutere- chiude- la natura e le modalita' dei concorsi, ma devono essere pubblici ed aperti a chi ha il diritto di partecipare".