PROGRAMMA ANNUALE 2012: IN ARRIVO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI

salvadanaio-rotto1Il giorno 20 dicembre 2011 presso il MIUR - Dipartimento per la Programmazione e la Gestione delle Risorse Umane, Finanziarie e Strumentali, si è svolto un incontro tra la parte pubblica e le Organizzazioni Sindacali rappresentative del Comparto Scuola avente come oggetto l'informativa sulla Circolare Ministeriale per la predisposizione da parte delle Scuole del Programma annuale 2012.

Per la Federazione Gilda Unams ha partecipato Silvio Mastrolia.

 

Durante l'incontro il Direttore Generale del Bilancio dott. Marco Ugo FELISETTI ha illustrato il testo della Bozza della Circolare Ministeriale contenente le istruzioni per la predisposizione da parte delle Scuole del Programma annuale per l'anno finanziario 2012.

Poche le novità rispetto allo scorso anno. Le risorse che saranno comunicate alle Scuole sono riferite al periodo gennaio-agosto 2012 e saranno determinate sulla base dei parametri di cui al decreto ministeriale 21/2007.

Nella Circolare, a richiesta delle Organizzazioni Sindacali, verrà chiarito che il calcolo delle risorse fino al 31 agosto 2012, e non per l'intero anno Finanziario 2012, si è reso necessario nella considerazione che, per effetto del dimensionamento, in molte Scuole dal prossimo 1° settembre 2012 cambieranno gli elementi su cui viene effettuato il calcolo.

Come già avvenuto per lo scorso anno la risorsa assegnata comprende:

 - l'assegnazione base per le supplenze brevi e saltuarie (Tab.1 Quadro A DM 21/07);

 - l'assegnazione per le spese di funzionamento amministrativo e didattico (Tab.2 Quadro A DM 21/07);

 - l'assegnazione necessaria per corrispondere il compenso ai revisori dei Conti (solo per le Scuole individuate Capo fila all'interno del proprio ambito territoriale di revisione dei conti (art.3 comma 5 DM 21/07);
 Nella circolare viene chiarito che con la somma assegnata, oltre al compenso spettante ai revisori dei conti secondo la normativa vigente ( dal 2011 il compenso lordo spettante ai revisori è ridotto del 10% ed è pari quindi ad euro 1629,00 per ciascun revisore), bisogna pagare anche i relativi oneri riflessi. Le OO.SS. hanno chiesto che nella circolare venga chiarito che la predetta assegnazione non copre il rimborso delle spese sostenute dai revisori durante lo svolgimento dell'incarico;

 - le assegnazioni, per le sole Scuole interessate, necessarie per far fronte:

    -alle spese di pulizia a soggetti esterni che hanno alle proprie dipendenze gli ex LSU per il periodo gennaio/giugno 2012;

    -alle spese di pulizia per i c.d. appalti storici per il periodo gennaio - marzo 2012;

    - alle spese per retribuire i Co. Co. per il periodo gennaio-agosto 2012;

L'Amministrazione ha chiarito che agli inizi del 2012 saranno raggiunti nuovi accordi con i soggetti esterni che effettuano i servizi di pulizia nelle Scuole per cui le ulteriori necessarie risorse potranno essere assegnate solo successivamente alla avvenuta ottimizzazione del servizio.

Con comunicazione successiva il Ministero disporrà l'integrazione della risorsa comunicata per il periodo settembre – dicembre 2012.

Analogamente potranno essere assegnati dal Ministero ulteriori finanziamenti per:

maggiori spese di funzionamento resesi necessarie per sostenere le spese per le visite fiscali;

Supplenze brevi e saltuarie;

gli LSU periodo settembre-dicembre 2012;

gli appalti storici periodo Aprile/ giugno 2012 e settembre/dicembre 2012;

il finanziamento del miglioramento dell'offerta formativa a carico della Legge 440/1997;

l'alternanza Scuola lavoro;

per i corsi di recupero, in aggiunta al FIS, per consentire l'affidamento di incarichi anche a personale esterno impiegato per lo svolgimento dei corsi;

la fruizione della mensa gratuita da parte del personale scolastico al fine di consentire alle Scuole l'erogazione ai Comuni della contribuzione alle spese di loro competenza previste per legge;

finanziamento progetti delle aree a rischio per l'anno scolastico 2012/2013.

Resta comunque la possibilità per le Scuole di accedere ad altri finanziamenti (PON, POR, patentino, etc. etc.).

Con la medesima circolare il Ministero fornirà alle Scuole indicazioni in ordine alla quantificazione della dotazione finanziaria, al netto degli oneri riflessi a carico dell'Amministrazione e dell'IRAP (lordo dipendente) finalizzata al pagamento degli istituti contrattuali (FIS, Funzioni strumentali, incarichi specifici, ore eccedenti, attività complementari di educazione fisica, incrementi del F.I.S. previsti dall'art.6 dell' Accordo Nazionale del 31 maggio 2011 e dall'Intesa del 10 novembre 2011).

Tale risorsa non dovrà naturalmente essere iscritta nel Programma annuale e dovrà essere gestita con le regole del c.d. Cedolino Unico.

Una parte della Circolare affronta la questione dei compensi spettanti ai sostituti del DS e del DSGA.

Mentre per i sostituti dei DSGA la circolare fornisce una risposta condivisibile, per i sostituti del Dirigente Scolastico la questione pagamento indennità funzioni superiori resta quasi del tutto non risolta.

Sostituti del DSGA

Nella circolare verrà chiarito che per i sostituti dei DSGA, nominati su posti vacanti e/o disponibili per l'intero anno, il pagamento dell'indennità per lo svolgimento delle funzioni superiori è a carico degli Uffici provinciali del tesoro con il cedolino unico.

Nella circolare saranno definite anche le modalità di pagamento dei sostituti del DSGA nominati su posti vacanti per brevi periodi ed a tal fine, le OO.SS. hanno suggerito di porre la spesa, come è avvenuto fino al 2007, a carico delle supplenze, respingendo il tentativo dell'Amministrazione di far passare il principio secondo cui all'assistente amministrativo che sostituisce il DSGA per brevi periodi non spetta alcun compenso ulteriore rispetto a quanto già percepito quale titolare della seconda posizione economica.

Sostituti del Dirigente Scolastico

La bozza della circolare presentata ai sindacati prevedeva che per il pagamento dell'indennità di funzioni superiori ai sostituti dei dirigenti assenti occorreva attingere dal Fondo Unico Nazionale per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti scolastici e non dai bilanci delle Scuole e richiamava l'attenzione dei Dirigenti Scolastici sul rispetto dell'art.52 del decreto legislativo 165/200:

Su questa parte della Circolare il dissenso è stato netto e da tutte le OO.SS. è stata chiesta la eliminazione.

Sicuramente saranno necessari ulteriori approfondimenti e puntualizzazioni successivamente all'invio della Circolare che avverrà nei prossimi giorni.

La delegazione