CCNL 2016-18

schede_ccnl_parte_comune
schede_ccnl_parte_scuola_fw
schede_ccnl_parte_economica

Ultime Notizie

VERBALE D'INTESA PER UN CONTRONTO SUL RECLUTAMENTO DSGAVERBALE D'INTESA PER UN CONTRONTO SUL RECLUTAMENTO DSGA
RISORSE PER LA FORMAZIONE, APERTO IL TAVOLO CONTRATTUALE AL MIURRISORSE PER LA FORMAZIONE, APERTO IL TAVOLO CONTRATTUALE AL MIUR
Informativa avvio anno scolastico personale ATAInformativa avvio anno scolastico personale ATA
Formazione neoassunti, in arrivo la Nota MIUR Formazione neoassunti, in arrivo la Nota MIUR

Dipartimenti

AFAM
Ricerca
Università

Login




cicogna

 

 

SUI POSTI VACANTI CONTRATTI FINO AL 31 AGOSTO: IMPORTANTE VITTORIA DELLA GILDA-UNAMS DI COMO ALLA CORTE D'APPELLO DI MILANO
ATA

corteAppelloLa Corte d'Appello di Milano sezione lavoro nell'udienza del 23/09/2011 non ha avuto dubbi sulla vertenza intentata da una nostra associata Assistente Tecnico, nei confronti del MIUR.
I Dirigenti degli Istituti Scolastici "G. Romagnosi" di Erba e "E. Vanoni" di Menaggio, anni addietro, attenendosi alle illegittime disposizioni impartite dall'Ufficio Scolastico Territoriale con sue circolari, avevano stipulato un contratto individuale di lavoro sino al 30 Giugno in luogo del 31 Agosto, nonostante il posto fosse vacante e disponibile in organico di diritto.

 

Il collega. si è rivolto presso i nostri Uffici F.G.U. di Como ed assistito nella vertenza dal Coordinatore Provinciale di Como Gilberto Scarcello, ha ottenuto il riconoscimento dei propri diritti.
La conciliazione, presso la DPL di Como, era avvenuta senza esito (l'amministrazione non si è presentata); da qui il ricorso al Tribunale di Como in funzione di Giudice del Lavoro il quale aveva ritenuto, inspiegabilmente, legittimo l'operato degli Istituti nell'assegnare le supplenze al 30/06.
L'ostinazione del Coordinatore Provinciale e dell'Avvocato Nicola Manfredi del Foro di Como, sicuri sulla illegittimità dei contratti stipulati dai Presidi, ha condotto all'impugnazione della sentenza in appello.
In accoglimento del ricorso, la Corte d'Appello di Milano ha infine riconosciuto la illegittimità del termine del contratto al 30 Giugno, condannando il Ministero a pagare a titolo di riconoscimento danni un importo pari alle mensilità di retribuzione maggiorate degli interessi
maturati, e a riconoscere alla lavoratrice il corrispondente punteggio ai fini giuridici. Il Ministero è stato inoltre condannato a rimborsare alla lavoratrice le spese legali nella misura di euro 1.000,00 per il primo grado di giudizio ed 1.000,00 euro per il secondo grado, oltre
accessori di legge.
Il Coordinatore Provinciale, Gilberto Scarcello esprime gradimento per il risultato conseguito, auspica che la sentenza metta un punto fermo nel conferimento degli incarichi di supplenza per il pieno riconoscimento dei diritti del personale precario.
Si confida che l'Amministrazione cambi l'orientamento finora manifestato e si affidi più spesso alle procedure conciliative per evitare la soccombenza in sede processuale.
Sul sito www.fgucomo.it , al più presto, sarà possibile scaricare la sentenza.

 

Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon