CCNL 2016-18

schede_ccnl_parte_comune
schede_ccnl_parte_scuola_fw
schede_ccnl_parte_economica

Ultime Notizie

VERBALE D'INTESA PER UN CONTRONTO SUL RECLUTAMENTO DSGAVERBALE D'INTESA PER UN CONTRONTO SUL RECLUTAMENTO DSGA
RISORSE PER LA FORMAZIONE, APERTO IL TAVOLO CONTRATTUALE AL MIURRISORSE PER LA FORMAZIONE, APERTO IL TAVOLO CONTRATTUALE AL MIUR
Informativa avvio anno scolastico personale ATAInformativa avvio anno scolastico personale ATA
Formazione neoassunti, in arrivo la Nota MIUR Formazione neoassunti, in arrivo la Nota MIUR

Dipartimenti

AFAM
Ricerca
Università

Login




cicogna

 

 

LA BUONA SCUOLA, GILDA: SUI PRECARI BASTA PRENDERE TEMPO
Comunicato

 stradasenzauscita"Basta prendere tempo: per risolvere la piaga del precariato, chiediamo con forza che dal Ddl La Buona Scuola venga stralciata la parte riguardante le assunzioni e si proceda con l'approvazione di un decreto legge".

A dichiararlo è Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, alla vigilia della manifestazione dei precari indetta con Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals per domani pomeriggio alle 15 davanti a Montecitorio.

"In ottemperanza a quanto sancito dalla sentenza della Corte di Giustizia Europea, ottenuta anche grazie alla battaglia portata avanti dalla Gilda, - afferma Di Meglio – ribadiamo che il Governo deve assumere prioritariamente tutti i precari in possesso dell'abilitazione e che hanno svolto oltre 36 mesi di servizio nella scuola pubblica. Le stabilizzazioni non possono poi ignorare i precari risultati idonei al concorso e con 36 mesi senza abilitazione". "Inoltre deve essere abolita la disposizione del Ddl, palesemente incostituzionale, che prevede il licenziamento per i futuri precari dopo tre anni di supplenze. Si tratta di una chiara rinuncia a risolvere il problema del reclutamento, così il Governo se ne lava le mani. L'assunzione avviene per graduatoria: se si è in possesso dei titoli, lo Stato non può impedire di lavorare perché sono stati superati i 36 mesi di servizio. Se la stabilizzazione non è stata avviata, di certo la colpa non è del lavoratore".

"Il piano di assunzioni presentato dal Governo non è credibile, perchè sono troppi i punti poco chiari, tra cui le risorse che saranno impiegate per le immissioni in ruolo e i tempi di attuazione. Il decreto legge – conclude il coordinatore della Gilda - è l'unica strada percorribile per dare una risposta concreta e rapida a migliaia di precari ed evitare i contenziosi che alimenterebbero il business dei ricorsifici".

Roma, 24 marzo 2015

UFFICIO STAMPA GILDA INSEGNANTI

Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
 

Iscrizione FGU

 

EuroCQS

 

Locandina-gilda-1200x1200

 

corsi_formazione_art_33

 

Assicurazione Iscritti Gilda AIG Europe

 

 

caf_anmil

 

caf_acli

bannerinofgu2

 

cgs_logo

logo-centrostudigilda

 

professione_docente_logo

ATA

CONTRATTAZIONI INTEGRATIVE

cdr