CCNL 2016-18

schede_ccnl_parte_comune
schede_ccnl_parte_scuola_fw
schede_ccnl_parte_economica

Ultime Notizie

Scuola: sul precariato confronto aggiornato a martedì prossimoScuola: sul precariato confronto aggiornato a martedì prossimo
EDILIZIA SCOLASTICA, GILDA: INVESTIRE SU NUOVE STRUTTURE PIÙ FUNZIONALIEDILIZIA SCOLASTICA, GILDA: INVESTIRE SU NUOVE STRUTTURE PIÙ FUNZIONALI
Misure per i precari, prosegue il confronto fra sindacati e MiurMisure per i precari, prosegue il confronto fra sindacati e Miur
VERBALE D'INTESA PER UN CONTRONTO SUL RECLUTAMENTO DSGAVERBALE D'INTESA PER UN CONTRONTO SUL RECLUTAMENTO DSGA

Dipartimenti

AFAM
Ricerca
Università

Login




cicogna

 

 

ASSEMBLEE WEB: GRANDE SUCCESSO E LEZIONI INTERROTTE IN MOLTE SCUOLE
Comunicato
 web_assemblea_miniCentinaia di scuole in tutta Italia, decine di migliaia di docenti e una pioggia di e-mail: ecco i numeri che testimoniano il successo delle assemblee promosse oggi dalla Gilda degli Insegnanti e svoltesi in diretta web.
 
Scatti di anzianità, sovraffollamento delle classi, tagli degli organici, tempo pieno e compresenze sono alcuni degli argomenti sollevati dai docenti negli interventi arrivati via e-mail all’assemblea che si è tenuta al Centro congressi Frentani di Roma. 
 
“Stiamo assistendo a una vergognosa propaganda da parte del Governo – ha detto il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio – con ministri impegnati in una campagna denigratoria nei confronti dei docenti, definiti parassiti e fannulloni”.
 
Nel suo intervento Di Meglio ha sottolineato i gravi disagi provocati nella scuola primaria dal ritorno del cosiddetto maestro unico che “con i tagli agli organici ha generato, invece, una moltiplicazione degli insegnanti, impone orari assurdi, rende impossibile sostituire i colleghi assenti per malattia e riduce i docenti al ruolo di baby sitter in classi-pollaio dove gli alunni vengono smistati come pacchi postali”.
 
Parlando dei precari, Di Meglio li ha definiti “vittime di un olocausto”, ricordando che la scure del Governo falcidia 130mila posti in tre anni.
 
In merito al blocco degli scatti di anzianità, il coordinatore nazionale ha ribadito la “grave ingiustizia perpetrata ai danni degli insegnanti che subiscono non solo il blocco dei contratti, ma anche delle progressioni economiche. Noi – ha chiarito il leader della Gilda – non accetteremo il gioco delle tre carte annunciato dal ministro Gelmini che intende dirottare sul merito le risorse finora destinate agli scatti di anzianità e il compenso accessorio (Rpd). Si tratta di somme stabilite dal contratto di lavoro e che ci appartengono, ecco perché dobbiamo mobilitarci al massimo per salvaguardare gli scatti e la nostra dignità professionale”.
 
Roma, 28 settembre 2010
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
 

Iscrizione FGU

 

EuroCQS

 

Locandina-gilda-1200x1200

 

corsi_formazione_art_33

 

Assicurazione Iscritti Gilda AIG Europe

 

 

caf_anmil

 

caf_acli

bannerinofgu2

 

cgs_logo

logo-centrostudigilda

 

professione_docente_logo

ATA

CONTRATTAZIONI INTEGRATIVE

cdr