CCNL 2016-18

schede_ccnl_parte_comune
schede_ccnl_parte_scuola_fw
schede_ccnl_parte_economica

Ultime Notizie

Firmata l´ipotesi di CCNI sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorieFirmata l´ipotesi di CCNI sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie
RESOCONTO INCONTRO MIUR DEL 04/06/2019RESOCONTO INCONTRO MIUR DEL 04/06/2019
Incontro MIUR 4 giugno 2019 ipotesi CCNI su utilizzazioni ed assegnazioni provvisorieIncontro MIUR 4 giugno 2019 ipotesi CCNI su utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie
Quota 100, molti posti vacanti non saranno disponibili per la mobilità. GaE, pubblicazione provvisorie attesa per il 16 luglio 2019.Quota 100, molti posti vacanti non saranno disponibili per la mobilità. GaE, pubblicazione provvisorie attesa per il 16 luglio 2019.

Dipartimenti

AFAM
Ricerca
Università

Login




cicogna

 

 

Spazio Precari
PRECARI, STABILIZZAZIONE CON IL CONTAGOCCE. PROROGA DI DUE GIORNI PER UTILIZZAZIONI. POCHE SPERANZE PER SOLUZIONE TEMPESTIVA DI QUOTA 96
Spazio Precari
GocceResoconto incontro MIUR e OOSS      del 30 luglio 2014

Questo pomeriggio si è svolto l'incontro tra le OOSS e il MIUR (Direzione personale), durante l'incontro si sono trattati gli argomenti all'odg.:

1. firma sequenza contrattuale art. 1, cc. 4 e 5 del CCNI 26/02/2014 e art. 1, c. 13 del CCNI 26/03/2014;
2. immissioni in ruolo 2014/2015.


Per quanto riguarda la sequenza contrattuale (firmata dalle altre OOSS) la FGU-Gilda degli Insegnanti non ha firmato perché la stessa presenta la medesima problematica relativa alla diversa tempistica con la quale si attua l'unificazione delle aree di sostegno già segnalata con la non-firma della sequenza inviata la scorsa settimana. (L'ultima sequenza è allegata)
Per quanto riguarda le immissioni in ruolo l'Amministrazione comunica di aver ricevuto il parere positivo della F.P. e di essere in attesa del parere del MEF. I numeri autorizzati sono: 15.439 per i posti comuni, 13.342 per il sostegno, 4599 per gli ATA.
Il riparto per regione, provincia, classe di concorso sarà definito in una successiva riunione, fissata per la prossima settimana, ad autorizzazioni pervenute.

Leggi tutto...
 
CHIARIMENTI SU VALUTAZIONE TITOLI E SERVIZI PER GRADUATORIE DI ISTITUTO
Spazio Precari

Prot. AOODGPER n. 7526

Roma, 24 luglio 2014
Uff. III

 

Agli UFFICI SCOLASTICI REGIONALI
Loro Sedi

Agli Ambiti Territoriali Provinciali
Loro Sedi

OGGETTO: Graduatorie di istituto triennio 2014/16. Valutazione titoli e servizi. Primi chiarimenti.


Essendo pervenuti taluni quesiti in merito alla corretta valutazione dei titoli e servizi, si ritiene opportuno fornire i seguenti chiarimenti:

 

1) Non dà luogo a punteggio come altro titolo, in altra classe di concorso, l'abilitazione conseguita dai docenti che si sono iscritti con riserva nella II fascia, in quanto trattasi di titolo non posseduto alla data di scadenza della domanda;

2) L'inclusione nella graduatoria di merito del Concorso per titoli ed esami di cui al D.D.G. 24 settembre 2012 n. 82 non dà diritto all'inclusione nelle graduatorie di II fascia, in quanto, ai sensi dell'art. 13 comma III del D.D.G. medesimo, l'abilitazione all'insegnamento viene conseguita dai vincitori solo all'atto dell'assunzione in ruolo.

3) Le disposizioni di cui al punto B2 della Tabella A di valutazione dei titoli di II fascia, si applicano anche ai servizi di insegnamento antecedenti all'anno 2000, prestati in istituti di istruzione secondaria legalmente riconosciuti o pareggiati, ovvero nella scuola primaria parificata, ovvero nella scuola dell'infanzia pareggiata.

4) In analogia a quanto previsto per i docenti di II fascia, è consentito anche ai docenti di III fascia sostituire il titolo di accesso con altro più favorevole.

5) In considerazione dell'istituzione delle nuove tabelle di valutazione di II e III fascia, è possibile rivalutare titoli e servizi precedentemente dichiarati a cui, in virtù delle precedenti tabelle di valutazione, era stato attribuito un punteggio inferiore. A tal fine le istituzioni scolastiche operanti dovranno scomputare il suddetto punteggio dal punteggio precedente ed attribuirlo ex novo. Non dà pertanto luogo all'esclusione dalle graduatorie l'aver riproposto a tal fine titoli precedentemente dichiarati.

6) I docenti di III fascia che chiedono l'inserimento nelle graduatorie di istituto dei Licei Musicali, devono essere in possesso dei medesimi requisiti richiesti per i docenti di I e II fascia, secondo l'allegato E al DPR 89/2010, fatta eccezione per la sola abilitazione.

7) I docenti in possesso del diploma ISEF non possono far valere come altro titolo la laurea quadriennale in Scienze motorie, né le lauree di nuovo ordinamento (LS o LM) ad essa corrispondenti.

8) I vincoli rispetto ai periodi e punteggi valutabili (6 mesi e 12 punti) e ai servizi contemporanei sono da applicare in modo indipendente tra le fasce e, con riferimento alla III fascia tra i singoli insegnamenti, ivi compreso quanto previsto nella nota 15 della tabella B. Analogamente è possibile dichiarare, nel rispetto dei vincoli suddetti, come non specifici servizi già dichiarati in altra fascia o nelle graduatorie ad esaurimento.

9) La certificazione "Nuova ECDL" è assimilabile alla certificazione ECDL prevista nelle tabelle di valutazione di II e III fascia. Pertanto le Scuole operanti attribuiranno alla suddetta nuova certificazione, sia nella II che nella III fascia, il punteggio spettante secondo la seguente graduazione:
Livello Base 1 punto
Livello Advanced 2 punti
Livello Specialised o Livello Professional 3 punti

10) Il servizio prestato nelle classi di concorso A096 e A097 (Lingua Tedesca nelle scuole di lingua italiana della provincia autonoma di Bolzano, di II° e I° grado) è valutabile come servizio specifico rispettivamente per le classi di concorso A546 e A545 (Lingua Tedesca negli Istituti, di II° e I° grado). A tal fine le istituzioni scolastiche operanti integreranno il punteggio calcolato come servizio aspecifico dal Sistema Informativo, utilizzando l'apposita funzione di rettifica punteggi calcolati dal Sistema Informativo.

11) Il servizio con contratto a tempo determinato è valutato come anno scolastico intero, se ha avuto la durata di 180 giorni, oppure se il servizio è stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale, ovvero fino al termine delle attività nella scuola dell'infanzia.

12) La compilazione della sezione riepilogativa "Valutazione dei titoli culturali..." alla pagina 9 dei Mod.A2 e A2bis relativamente alla votazione del titolo di accesso o di altri titoli già valutati in precedenza, non è motivo di esclusione in quanto prodotta, come peraltro indicato nel modello "ai soli fini della validazione del punteggio già proposto dal SIDI"

13) Consentono l'accesso alla terza fascia per posti di personale educativo anche la laurea quadriennale, vecchio ordinamento, in Scienze dell'educazione nonché le lauree 65/S e LM-57 in Scienze dell'educazione degli adulti e della formazione continua.

14) Non è valutabile, nella graduatoria dell'infanzia, come seconda abilitazione, il Diploma Magistrale qualora utilizzato come titolo di accesso anche per la scuola primaria, e viceversa.

per IL DIRETTORE GENERALE
IL Dirigente Vicario
f.to Gildo de Angelis

 
II CICLO TFA, 147.000 ASPIRANTI. TUTTI I DATI PER REGIONE
Spazio Precari
 Pubblichiamo la tabella dei candidati TFA regione per regione e la tabella con le date e i numeri delle prove selettive per i TFA.concorso
Attachments:
Download this file (candidati.pdf)candidati.pdf
Download this file (numeri.pdf)numeri.pdf
 
GRADUATORIE DI ISTITUTO, IL MODELLO B DISPONIBILE ON LINE DAL 4 LUGLIO AL 4 AGOSTO
Spazio Precari

Il MIUR, con nota 1692 del 26 giugno 2014, comunica che il modello B per la scelta delle scuole in cui inserirsi in graduatoria sarà disponibile sulla piattaforma Istanze On Line da venerdì 4 luglio 2014, ore 9, sino a lunedì 4 agosto, ore 14.

Il MIUR metterà a disposizione dell'utenza, nel periodo di presentazione dell'istanza,  il numero verde 800.844.999, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8.00 alle 18.30

Attachments:
Download this file (prot1692_14.pdf)prot1692_14.pdf
 
TFA 2° ciclo, DECRETO MINISTERIALE N. 487 DEL 20/06/2014
Spazio Precari
Con decreto n. 487 del 20 giugno 2014 il Miur stabilisce i criteri per lo svolgimento delle prove di accesso al TFA II ciclo per l´a.a. 2014/15.

 

Il test preliminare, che avrà lo stesso contenuto su tutto il territorio nazionale per ciascuna classe di abilitazione, è costituito da 60 domande a risposta chiusa con 4 opzioni di risposta, una sola delle quali è corretta. Nello specifico, il test consta di:

- cinquanta domande destinate a verificare le conoscenze disciplinari relative alle materie oggetto di insegnamento di ciascuna classe di concorso;

- dieci domande per verificare il possesso delle necessarie abilità linguistiche nell´ambito della competenza dell´italiano.


Il test preliminare ha la durata di centoventi minuti. La risposta corretta vale 0.5 punti, la mancata o errata risposta 0 punti, senza penalizzazioni. La prova si intende superata al raggiungimento di 21/30.

Con riferimento agli accorpamenti di cui al dm 312/2014 (25A/28A, 29A/30A, 31A/32A, 43A/50A, 45A/46/A e relativi sottocodici), il test è suddiviso in due parti:

a) la prima parte, che ha una durata pari a 100 minuti, è costituita, per ciascuno degli accorpamenti, da 40 quesiti diretti ad accertare la conoscenza degli aspetti fondamentali e comuni delle discipline accorpate e da 10 quesiti diretti ad accertare il possesso delle necessarie abilità linguistiche nell´ambito della competenza dell´italiano;

b) la seconda parte, che ha una durata pari a 20 minuti, è costituita da 10 quesiti diretti ad accertare le conoscenze disciplinari specifiche di ciascuna delle classi di concorso ricomprese nell´accorpamento, alle cui prove i candidati hanno chiesto di partecipare.
La votazione attribuita al test preliminare relativo a ciascuna classe di concorso è costituita dalla somma dei punteggi conseguiti nella prima e nella seconda parte della prova medesima.

Nel caso di 25A e 28A (ambito disciplinare 1) i candidati svolgono la prima parte comune all´accorpamento secondo quanto previsto dalla lettera a), e una seconda parte comune all´ambito disciplinare 1 secondo quanto disposto dalla lettera b), fermo restando la facoltà di sottoporsi, ove iscritti, alle prove relative ad altre classi di concorso inserite nell´accorpamento.

Per gli ambiti disciplinari 2, 3, 4 e 5 (classi 29A/30A, 31A/32A, 43A/50A, 45A/46A) gli atenei predispongono prove di accesso scritte e orali comuni per ciascuno degli ambiti disciplinari e strutturano percorsi in modo da garantire sia la comune acquisizione delle competenze didattiche disciplinari e sia lo svolgimento di periodi di tirocinio nelle scuole secondarie di I e di II grado.

Non sono previste batterie di esercitazione nè una banca dati pubblica dei test preliminari. I test preliminari con l´indicazione delle risposte corrette sono pubblicati, in data successiva all´espletamento delle prove, sul sito del Cineca.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 29