"NE' SINISTRA NE' DESTRA, E' LA SCUOLA CHE PROTESTA": GRANDE SUCCESSO PER LA MANIFESTAZIONE NAZIONALE DELLA FEDERAZIONE GILDA-UNAMS

Sabato, 12 Novembre 2011 19:25
"Né sinistra, né destra: è la scuola che protesta". "Gelmini, dove li hai messi i quattrini? Forse nel tunnel dei neutrini?". "Giù le mani dalle pensioni e ridateci i gradoni". Scandendo a gran voce questi slogan e facendo sventolare le bandiere gialle della Gilda degli Insegnanti, centinaia di docenti hanno manifestato oggi pomeriggio in piazza Monte Citorio contro i tagli alla scuola e per il recupero degli scatti di anzianità.

 

E' stata un successo la mobilitazione nazionale indetta dalla Federazione Gilda Unams: circa 500 gli insegnanti che si sono radunati davanti al Parlamento dopo essersi riuniti in mattinata al teatro Capranichetta per l'assemblea sindacale.

"Ci auguriamo che in questo cambio storico – ha dichiarato il coordinatore nazionale della Fgu, Rino Di Meglio, riferendosi alle dimissioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi – il Parlamento ponga finalmente la giusta attenzione alla scuola perché, come dimostrano le esperienze di altri Paesi avanzati, la crisi si affronta anche investendo nell'istruzione e nella ricerca".

Nel suo discorso Di Meglio ha rilanciato le due proposte della Gilda riguardanti l'istituzione di un'area contrattuale specifica per gli insegnanti e la creazione del Consiglio superiore della docenza, "due nostri cavalli di battaglia – ha affermato il coordinatore nazionale – che, in caso di consultazioni politiche, proporremo a tutti i candidati durante la campagna elettorale".

Roma, 12 novembre 2011

Visualizzato 2134 volte