Vita scolastica

Vita scolastica

Di Meglio: “Nonostante le mortificazioni e i crescenti carichi burocratici la maggior parte della categoria resta orgogliosa della propria professione” Pensano di non essere valorizzati abbastanza né sul piano economico né su quello professionale e sociale e ritengono che i cento euro lordi di aumento non siano affatto sufficienti. Ma, soprattutto, la metà di loro cambierebbe lavoro. È quanto emerge da un sondaggio online realizzato dalla Gilda degli Insegnanti.

10 dicembre 2021. SCIOPERO UNITARIO DELLA SCUOLA

Mercoledì, 24 Novembre 2021 07:52
Proclamato lo sciopero generale di tutto il personale docente, Ata ed educativo del Comparto Istruzione e Ricerca – Settore Scuola per l’intera giornata del 10 dicembre 2021. La Gilda invita i docenti ad aderire allo sciopero unitario, indetto con Cgil, Uil, Snals, soprattutto per i seguenti motivi: 1. La scuola ha diritto a stipendi dignitosi, no alle elemosine! 2. Tutto il lavoro va retribuito. No all'obbligo formativo gratuito! 3. Stop alle leggi ammazza-contratto e agli atti unilaterali! 4. No alle riforme "a invarianza d'organico". La scuola ha bisogno di risorse umane, docenti e ATA! 5. Si a un sistema strutturale…
La scuola pubblica statale non è un parco giochi dove intrattenere i ragazzi, né un servizio di istruzione a richiesta, dove si erogano prestazioni in base ai desiderata degli utenti e si garantisce il successo formativo. La scuola pubblica statale è, come da dettato costituzionale, un’istituzione della nostra Repubblica, dove l’insegnante, nel pieno rispetto della sua libertà professionale, dovrebbe trasmettere conoscenze e sviluppare il pensiero critico degli alunni formandoli come futuri cittadini. A nessuno, dunque, giova l’involuzione di stampo aziendalista, né la deriva ludica, semplicistica e buonista verso cui si sta dirigendo pericolosamente il sistema di istruzione italiano. Nella Giornata…