DECRETO LEGGE PA 2. LE NOVITÀ PER LA SCUOLA

Venerdì, 16 Giugno 2023 16:37
Il CdM ha approvato in data odierna il Decreto legge PA 2 recante disposizioni urgenti in materia di organizzazione delle pubbliche amministrazioni.


Gli articoli 16 e 17 sono dedicati alla scuola e riguardano le seguenti tematiche:

Reclutamento e assunzioni
Prova scritta concorsi. Sarà, per tutta la durata dell’attuazione del PNRR, informatizzata e costituita da quesiti a risposta multipla volta all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato in ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico-metodologico, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese.
Al termine del periodo di attuazione del PNRR, possibilità (sic) di optare per una prova scritta con più quesiti a risposta aperta volta all’accertamento delle medesime competenze.
In tal caso si prevede di far precedere la prova scritta da una preselettiva;

Prova orale
Sarà volta ad accertare in particolare le conoscenze e le competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché le competenze didattiche e l’abilità nell’insegnamento anche attraverso un test specifico.
In caso di rinunce, le graduatorie potranno essere integrate da altri candidati, nel limite dei posti banditi, a condizione che abbiano raggiunto il punteggio minimo;

Corsi abilitanti
Abolito il tetto massimo di abilitazioni. Viene soppressa, all'art. 2-bis, comma 2 del D.Lgs. 59/2017 la frase senza che, in generale o su specifiche classi di concorso, si determini una consistenza numerica di abilitati tale che il sistema nazionale di istruzione non sia in grado di assorbirla;

Corsi da 30 CFU. I docenti già abilitati o i docenti di sostegno specializzati che non hanno abilitazione su posto comune potranno seguire corsi abilitanti da 30 CFU anche in modalità telematica.

Corsi da 60 CFU. Per gli anni accademici 2023/2024 e 2024/2025, i percorsi universitari e accademici di formazione iniziale potranno svolgersi in modalità telematiche, a esclusione delle attività di tirocinio e di laboratorio, fino al 50% del totale.

Per ulteriori approfondimenti leggi qui

Visualizzato 1521 volte Last modified on Sabato, 17 Giugno 2023 19:04