FILIERA TECNICO-PROFESSIONALE. PER LA GILDA SI RISCHIA DI CURARE UN MALE CON UN MALE PEGGIORE

Mercoledì, 06 Dicembre 2023 20:30
La Gilda-Unams invia al Senato un memoria per il disegno di legge S.924 sull'istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale.

La Federazione della Gilda-Unams, attraverso una sua Delegazione ha espresso, con un memoria inviata al Senato della Repubblica, nella qualità del Presidente della 7^ Commissione Cultura e patrimonio culturale, istruzione pubblica, ricerca scientifica, spettacolo e sport, dubbi e pareri circa il disegno di legge S.924 sull'istituzione della filiera formativa tecnologico-professionale.
Crediamo fortemente che sia doveroso affrontare un dibatitto rilevante per il futuro degli Istituti Tecnici e Professionali e siamo consapevoli della necessità di interventi legislativi che incoraggino un riequilibrio, nel sistema dell'istruzione, tra gli indirizzi liceali e quelli tecnico-professionali.

A maggior ragione se partiamo da un evidente presupposto, quello di riconoscere che lo sviluppo economico e culturale della nostra società abbia bisogno anche di un'istruzione tecnica forte e soprattutto di qualità.
Equilibrio che ad oggi troviamo riscontrabile nei Paesi più avanzati dell'Europa, primo tra tutti la Germania e che ha caratterizzato per decenni anche il sistema nazionale italiano; fin quando con i durissimi tagli imposti dalla Riforma Gelmini, abbiamo assistito ad un collasso della formazione tecnica e professionale, come evidenziano i dati statistici ufficiali.


La Federazione Gilda-Unams ritiene tuttavia che le sperimentazioni quadriennali siano irricevibili, nella misura in cui, a fronte di una legge che sia improntata sulla valorizzazione della qualità della formazione tecnica, si introduce un'abbreviazione dei percorsi che ha a che fare, ancora una volta, con politiche di tagli e non invece con la qualità.
A nostro parere, quindi, si rischia di curare un male con un male peggiore.


Tra le proposte di rettifica al Disegno di legge S.924, riteniamo fondamentale la validazione del percorso quadriennale IeFP, attraverso il superamento degli esami di Stato, al pari di come avviene nelle scuole Statali o Paritarie.


La Gilda-Unams ha apprezzato l'opportunità di partecipare al dibattito ma ritiene che il disegno di legge S.924 debba essere rivisto, per far sì che il futuro degll'istruzione tecnologica e professionale in Italia sia più promettente.


La Delegazione Federazione Gilda Unams

Visualizzato 182 volte