Incontro al MIUR del 13-12-2013 su cessazioni dal servizio e pensionamento

Venerdì, 13 Dicembre 2013 15:53
Oggi si sono conclusi gli incontri al Ministero con la stesura definitiva della bozza di CCNI concernente la mobilità per il prossimo anno scolastico e la relativa firma da parte dell' Amministrazione e delle OO.SS. Prima dell' atto conclusivo si è riesaminato il testo per rilevare eventuali errori ed omissioni e per apportare gli ultimi chiarimenti.
Per quanto riguarda l' unificazione delle Aree del Sostegno delle Superiori non ci si è spinti oltre sulla via dell' unificazione. In seguito alla pubblicazione della CM sugli organici e del relativo Decreto alla firma del Ministro Carrozza ci sarà la riapertura del Contratto per regolamentare la mobilità nell' ambito della DOS.
Relativamente ai CLIL si è concordato che l' anno prossimo potrebbe essere inserita una valutazione.
La bozza del CCNI sarà inviata domani appena perverrà dal MIUR.

 

Successivamente il Dott. De Angelis ha presieduto l' incontro sugli organici, comunicando che potrebbero esserci novità in merito all' istituzione dei CPIA ed ai corsi serali. Ha preannunciato che non ci sono modifiche rispetto all' anno scorso dall' Infanzia alla Secondaria di Primo Grado, mentre qualche modifica riguarderà le Superiori, a partire dall' unificazione delle Aree del Sostegno data per acquisita e la cui mobilità dovrà avvenire prescindendo dalle Aree preesistenti, dall' unificazione degli organici all' interno dei rispettivi indirizzi dell' Istruzione Classica, Tecnica e Professionale.

Inoltre ha anticipato l' introduzione dell' insegnamento della Geografia nelle prime classi dell' Istruzione Tecnica e Professionale ed ha preannunciato il calendario degli incontri specifici che ci saranno agli inizi del nuovo anno e che riguarderanno le classi di concorso atipiche l' 8 gennaio, i CPIA il 14 ed il Sostegno il 16.
Per quanto il Dott. De Angelis abbia tentato di rassicurare la parte sindacale sull' assenza di tagli ai nuovi organici, non si può non rilevare che l' organico invariato in presenza del costante aumento degli alunni non è altro che un ulteriore taglio.
Dalla tabella allegata alla presente relazione è possibile rilevare la ripartizione nel triennio dei posti di sostegno assegnati alle varie Regioni con una possibile decurtazione a danno delle Regioni dove il rapporto alunni disabili/docenti di sostegno è inferiore a 2, come si può rilevare dalla ripartizione dei 4.447 posti assegnati con decorrenza 2013/14.

 

LA DELEGAZIONE

Visualizzato 7861 volte